XLIX Corso nazionale di formazione per insegnanti

28 ottobre – 2 novembre 2021

Corso: “Gozo, l'isola di Calypso" Protezione dell'ambiente, coesione sociale, identità culturale Patrimonio Mondiale dell'UNESCO

Marsalforn Bay


a cura del Club Alpino Italiano, Gruppo di Lavoro CAI-Scuola

In collaborazione con Mikiel Anton Vassalli College (Ministero dell’Istruzione), e il Ministero di Gozo, (sezione Turismo e Cultura)

  • Descrizione

    Il CAI esce dal territorio nazionale per esplorare e confrontare diversi ambienti e paesaggi del Mediterraneo, ma soprattutto per ritrovare le comuni radici culturali dalle quali si è sviluppata la cultura mediterranea dei popoli che l’hanno abitata sin dalla preistoria quando pare che Malta fosse accorpata alla Sicilia e all’Europa meridionale, come testimoniato dai fossili e dalle ceramiche rinvenute.

     

    TEMI TRATTATI
    • Geologia e morfologia dell’arcipelago maltese
    • Archeologia: i templi megalitici di Ggantija
    • Storia: Fenici, Romani, Arabi, Normanni, i Cavalieri di S. Giovanni, Napoleone e gli Inglesi
    • Economia: produzione e commercio del sale divenuto moneta di scambio
    • Ambiente: tutela della Biodiversità col progetto Eco-Gozo
    • Sostenibilità a Comino: Riserva naturale e avifaunistica
    • Formazione scolastica nella scuola maltese: sistemi educativi a confronto
    • Intercultura per i giovani nelle isole maltesi: un anno scolastico all’estero

     

    OBIETTIVI E FINALITÀ DEL CORSO
    • Promuovere la nascita e la realizzazione di esperienze didattiche trasferibili nella pratica tali da coinvolgere gli alunni quali protagonisti, per un accostamento all’ambiente in chiave storico- naturalistico - sociale;
    • Permettere agli insegnanti di conseguire una maggiore autonomia operativa inteso come laboratorio didattico ed educativo;
    • Favorire il necessario collegamento metodologico (pluridisciplinare ed interdisciplinare) tra docenti di diverse discipline, di diversi ordini nonché tra attività.

     

    METODOLOGIA E DIDATTICA OPERATIVA
    I principi metodologici da applicare si tradurranno nelle seguenti esperienze:
    1. uso di tecniche interattive di acquisizione, rielaborazione, comunicazione e condivisione delle informazioni;
    2. lezioni frontali in aula con Docenti ed esperti per aggiornare i Corsisti sulle attuali conoscenze scientifiche e storiche ed antropiche relative agli ambienti adottati come laboratori del corso;
    3. modalità di approccio e rappresentazione di diverse tematiche quali la struttura geomorfologica, la specificità della sua storia antica, le risorse artigianali e culturali, l’integrazione sociale di genti provenienti da altri territori;
    4. escursioni didattiche sul territorio, con approccio induttivo, volte ad integrare con esempi sul campo gli argomenti delle lezioni frontali;
    5. affermazione di una visione olistica dell'ambiente, in grado di cogliere le interconnessioni tra geografia, scienze, storia, letteratura, tradizioni sia sul campo, sia con simulazioni di riunioni di programmazioni interdisciplinari.

     

    Video

  • Gallery
  • Dispense
  • Relatori


    Casha Mario
    Agenzia nazionale della cultura di Malta, coordinatore formazione adulti tutor e studenti


    Borg John J.
    Geologo


    Bezzina Joseph
    Storico


    Attard Joe
    Dirigente Scolastico, Organizzatore eventi del Mikiel Anton Vassalli College


    Martorano Anna Maria
    Docente di Filosofia e Scienze dell’Educazione), Operatore Naturalistico Culturale Nazionale del CAI (ONCN)


    Azzopardi George
    Curatore Heritage Malta, Ministero della Cultura


    Galea Victor
    Dirigente Scolastico Ministero dell’Istruzione di Malta


    Girotti Matteo
    Commissione Centrale Alpinismo Giovanile


    Liberati Alberto
    Comitato Scientifico Centrale


    Franceschini Lorella
    Comitato Direttivo Centrale del CAI


    Maglione Pierluigi
    Consigliere Centrale referente


    Frigo Gianni
    Dottore in scienze forestali, docente Operatore Naturalistico del Comitato Scientifico Centrale, Guida Ambientale Naturalistica, esperto conoscitore del territorio dell’Altopiano dei 7 Comuni, appassionato divulgatore di storia riguardante la Grande Guerra


    Ghion Massimo
    Docente SS, Operatore Naturalistico e Culturale del CAI, Componente del Comitato Scientifico Veneto Friulano Giuliano


    Chiappin Sergio
    Docente S.S., referente MIUR


    Vaccarella Mario
    Consigliere Centrale referente


    Carrer Francesco
    Coordinatore Progetto CAI-SCUOLA
  • FAQ
    • Il corso è autorizzato dal Ministero Pubblica Istruzione?

      Sì, il corso autorizzato dal Ministero Pubblica Istruzione ai sensi della direttiva ministeriale n. 90 dell’1/12/2003 – con decreto dirigenziale del 09/06/2014

    • I docenti possono fruire dei permessi per la formazione?

      I Docenti interessati potranno fruire dei permessi per la formazione di cui all’art. 64, comma 5, del vigente CCNL Scuola. (Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione ad iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici).

    • Sarà rilasciato un attestato di partecipazione?

      Sì, a fine corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione a cura della direzione. Per i docenti che effettuano l’iscrizione tramite piattaforma MIUR-SOFIA è previsto un ulteriore attestato di partecipazione rilasciato direttamente dal Ministero.

    • È possibile pagare la quota d’iscrizione con la Carta Docente?

      Per l’iscrizione a questo corso è riconosciuto l’uso della carta e la possibilità di coprire il costo previsto per la frequenza del corso residenziale con un buono generato dalla carta-docente, essendo il CAI ente accreditato dal Ministero (decreto MIUR prot. AOODPIT. n. 595 del 15.07.2014).

Macro Progetto CAI-Scuola: “Il ritorno dei grandi carnivori“
Macro Progetto Cai Scuola: Dolomiti Unesco
Corso :“Magna Grecia: Syrakousai” I Monti Iblei e le Coste del Siracusano
Corso: “Le lagune del Veneto orientale” Lidi e dune, valli e barene
Corso: “Montefeltro” Borghi e castelli, parchi e natura
Corso: “Gozo, l'isola di Calypso" Protezione dell'ambiente, coesione sociale, identità culturale Patrimonio Mondiale dell'UNESCO