V Corso nazionale di formazione per docenti di Scuola Secondaria

2-3-4-5 ottobre 2008

Corso: “Correlazioni tra evoluzione climatica e popolazione sull’arco alpino”

CENTRO DI FORMAZIONE PER LA MONTAGNA “BRUNO CREPAZ” Passo Pordoi (BL)


a cura del Comitato Scientifico Centrale

in collaborazione con Commissione Centrale Alpinismo Giovanile Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano

Con il patrocinio del Centro di formazione per la Montagna “Bruno Crepaz”, del CAI Veneto e dell’Amministrazione Provinciale di Belluno

  • Descrizione

    Il Comitato Scientifico Centrale del Club Alpino Italiano, in collaborazione con la Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile e con la Commissione Centrale per la Tutela dell’Ambiente Montano, nel periodo da giovedì 2 a domenica 5 ottobre 2008, presso il Centro di Formazione per la Montagna “Bruno Crepaz” al Passo Pordoi (m. 2239 s.l.m.) organizza un Corso di formazione ed aggiornamento per docenti delle diverse discipline della Scuola Secondaria di 1° grado e di 2° grado (v. programma), siano essi soci o non soci C.A.I.
    Il corso, curato appunto dal Comitato Scientifico Centrale, ente formatore del C.A.I., è riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione con apposito decreto Ministeriale e dà diritto all'esonero dal servizio per i docenti partecipanti, nonché alla detrazione fiscale nei termini di legge. Al termine del corso sarà rilasciato un regolare attestato di partecipazione.


    Il tema del corso, come già detto, è incentrato sulle correlazioni tra i cambiamenti climatici in epoche recenti, (rivisitati sull’arco alpino attraverso il contributo delle scienze meteorologiche, geografiche e delle scienze umane) e gli insediamenti umani, con particolare attenzione al popolamento in quota, alla sua storia nei secoli, alle mutazioni sociali ed economiche nel rapporto uomo-ambiente.


    Il corso prevede lezioni frontali, momenti di dibattito e lavoro di gruppo, ed escursioni didattiche in ambiente montano nel territorio compreso tra il Passo Pordoi, Arabba, il ghiacciaio della Marmolada ed il Gruppo del Sella.

     

    Le finalità

    a) Offrire ai docenti l’opportunità di acquisire conoscenze scientifiche, ambientali e naturalistiche, con particolare riferimento all’ambiente montano, oltre a competenze metodologiche ed operative trasferibili all’interno della programmazione didattica curricolare.
    b) Favorire la nascita e la realizzazione di esperienze didattiche trasferibili nella pratica e tali da coinvolgere gli alunni quali protagonisti, per un accostamento all’ambiente in chiave storica ed euristica.
    c) Permettere agli insegnanti di conseguire una migliore competenza ed una maggiore autonomia operativa nella fruizione dell’ambiente (montano in particolare) inteso come laboratorio didattico ed educativo.
    d) Favorire il necessario collegamento metodologico (pluridisciplinare ed interdisciplinare) tra docenti di diverse discipline, di diversi ordini nonché tra attività didattiche tradizionalmente inserite in aree differenti.

     

    Gli obiettivi del corso

    a) Fornire gli strumenti per un approccio scientificamente corretto ad un’area montana protetta, valorizzandone le caratteristiche aventi particolare valenza di laboratorio didattico.
    b) Fornire conoscenze metodologiche per pianificare un progetto di educazione ambientale da svolgersi nell’arco dell’anno scolastico con gli alunni, attraverso diversi momenti previsti in classe e sul territorio.
    c) Programmare e realizzare un’esperienza formativa di approccio, in grado di trasmettere ai giovani la consapevolezza del patrimonio biogenetico e delle valenze ambientali contenuti in un’area geografica significativa, per sviluppare in futuri cittadini la cultura e la sensibilità per la tutela del territorio, inteso come interesse collettivo e dovere morale del singolo.

  • Gallery
  • Dispense
  • Relatori


    Quattrini Alberto
    Esperto metodologia delle conoscenze climatiche


    Guerreschi Antonio
    Università di Ferrara, paleontologo


    Tonelli Roberto
    Meteorologo


    De Menech Giuliano
    Dirigente Scolastico, Esperto Nazionale Naturalistico, Componente del Comitato Scientifico Centrale


    Salsa Annibale
    Docente Università degli Studi di Genova


    Casanova Oscar
    Esperto TAM


    Berchi Giancarlo
    Accompagnatore Nazionale Alpinismo Giovanile


    Bacchiani Miranda
    Operatore Nazionale TAM


    Carrer Francesco
    Coordinatore Progetto CAI-SCUOLA
  • FAQ
    • Il corso è autorizzato dal Ministero Pubblica Istruzione?

      Sì, il corso autorizzato dal Ministero Pubblica Istruzione ai sensi della direttiva ministeriale n. 90 dell’1/12/2003 – con decreto dirigenziale del 09/06/2014.

    • I docenti possono fruire dei permessi per la formazione?

      I Docenti interessati potranno fruire dei permessi per la formazione di cui all’art. 64, comma 5, del vigente CCNL Scuola. (Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione ad iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici).

    • Sarà rilasciato un attestato di partecipazione?

      Sì, a fine corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione a cura della direzione. Per i docenti che effettuano l’iscrizione tramite piattaforma MIUR-SOFIA è previsto un ulteriore attestato di partecipazione rilasciato direttamente dal Ministero.

    • È possibile pagare la quota d’iscrizione con la Carta Docente?

      Per l’iscrizione a questo corso è riconosciuto l’uso della carta e la possibilità di coprire il costo previsto per la frequenza del corso residenziale con un buono generato dalla carta-docente, essendo il CAI ente accreditato dal Ministero (decreto MIUR prot. AOODPIT. n. 595 del 15.07.2014).

Macroprogetti
Corsi Nazionali: dal 2006 ad oggi
Corsi Regionali del Veneto e Friuli Venezia Giulia
Macro Progetto CAI-Scuola: "Magna Graecia"
Corso “Dal Vesuvio alla penisola sorrentina” Natura, popolazione impatto ambientale e sviluppo sostenibile
“Magna Grecia: Syrakousai” I Monti Iblei e le Coste del Siracusano Siti UNESCO 2002 e 2005
Corso: “Il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna”
Corso: “Le lagune altoadriatiche, tra le Alpi e il Mare, tra il Passato e il Presente”